APOLLO 11: IL FILM MAI DICHIARATO DI STANLEY KUBRICK?LA “PRESUNTA “PROVA NEL FILM SHINING

Nel luglio 2014 ho pubblicato un articolo in cui si faceva riferimento alla missione dell’Apollo 11 che come tutti sanno il 20 luglio 1969 portò l’equipaggio formato da Neil Armstrong Buzz Aldrin e Michael Collins sulla Luna, fù proprio Armstrong a mettere piede come primo uomo sul suolo lunare con la famosa frase :”un piccolo passo per un uomo un grande balzo per l’umanità”. 1 miliardo di persone videro quell’impresa storica. Eppure a distanza di 45 anni questo fatto storico divide ancora la comunità scientifica ( dichiarazione della Nasa a parte in via ufficiale) e l’opinione pubblica. Secondo un sondaggio a inizio 2000 il 23% degli americani intervistati ,ovvero 1 su 4 crede che l’uomo non sia mai andato sulla Luna. Inoltre c’è quella corrente di pensiero complottistica che dichiara espressamente che in rapporto alla tecnologia di oggi da un punto di vista spaziale areodinamico considerando la capacità di calcolo dei computer era lontani anni luce rispetto ai mezzi di ingegneria oggi disponibili. Facciamo inanzitutto una premessa fondamentale sottolineando due punti in particolare. Kubrick è stato non solo uno dei geni della storia del cinema ( per questo uno dei miei registi preferiti) ma anche un messaggero sotto mentite spoglie. Numerosi infatti i messaggi subliminale che sono presenti in tuti i suoi film e che hanno uno scopo ben preciso. I punti in questione sono due,come detto:
Questa teoria è stata riportata da numerosi blog riviste scandalistiche senza censura e fonti non confermate.
Le stesse foto e prove degli allunaggi dividono ancora oggi. Non c’è quindi una prova schiacciante che conferma che l’Apollo 11 sia stato una messa in scena a livello mondiale.
Su you tube gira un video in cui un Kubrick agli ultimi anni della sua vita dichiara di aver partecipato ad Apollo 11. È stato dimostrato di essere un falso.fatto apposta da un sito tedesco.Così come sono false altre interviste accreditate a Kubrick.
Forse il terzo elemento è quello del libero arbirtrio ( lo slogan del blog). Vale a dire ,meglio prendere una posizione neutra senza dare fiato”alle due correnti di pensiero oggi contrapposte. La verità probabilmente ci è sconosciuta . Cerchiamo di analizzare i fatti,come vengono riportati.
Da dove inizia la teoria del coinvolgimento di Kubrick nel programma apollo?
Ebbene bisogna ricordare che gli Anni 60 sono il tempo della Guerra Fredda tra Stati Uniti e Unione Sovietica e che la corsa allo spazio rappresentava l’apice di questa contrapposizione . Una “guerra “ nella Guerra perché chi conquistava lo spazio dichiarava la propria supremazia. Una sfida da vincere ad ogni costo. La Nasa allora contava ben 400 mila dipendenti e il Governo degli Stati Uniti presediuto dall’allora Presidente Kennedy aveva stanziato miliardi di dollari. Era una sfida che si doveva vincere ad ogni costo e l’America la vinse confermando di essere la superpotenza mondiale del pianeta. Già. Ma com’è stato possibile vincere una sfida ai limiti della sopravvivenza umana con la tecnologia degli anni 60 e con l’ingegneria aereospaziale non ancora rodata completamente? E soprattutto mandare uomini nello spazio farli atterrare sulla Luna e farli rientrare sulla Terra senza problemi?
La Nasa e le sue dichiarazioni a mezzo stampa le prove che ha mostrato non hanno mai convinto a pieno come detto a inizio post comunità scientifica e opinione pubblica. Un esempio semplice? I campioni di roccia e sabbia lunare riportati sulla Terra durane le missioni che secondo alcuni sarebbero un bufala enorme in quanto riprodotti artificialmente in laboratorio. Nonostante si dica che i segnali radio secondo radioamatori locali provenissero effettivamente dalla Luna. Anzi l’unica missione che avrebbe portato un primo uomo sulla Luna era quella di Apollo 13 del 1970 un anno dopo ma che venne ricordata più che altro per l’incidente nello spazio e il rientro tra mille difficoltà dell’equipaggio. ( di questo tema parleremo in un post a parte).
Ma ora proviamo a spiegare il nocciolo della questione. Perché secondo la teoria del complotto lunare nessun astronauta americano è mai stato nello spazio?
E soprattutto quale sarebbe la “prova”del coinvolgimento di Stanley Kubrick?
Proviamo a fornire alcuni dettagli generali-
1.Come sapete intorno all’atmosfera e orbita terrestre ci sono le Fasce di Van Allen che sono particelle magnetiche trattenute per effetto della Forza di Lorentz.esse sono infatti radiazioni che proteggono la Terra dalle radiazioni cosmiche . Secondo i complottisti il rivestimento di acciaio e alluminio del modulo lunare non era sufficiente e gli astronauti sarebbero dovuti essere cotti vivi. Impensabile avvicinarsi dunque. Perché bisognava passarci due volte ,una all’andata e una al ritorno,e che oltre a problemi degli astronauti pure i computer di bordo e i dispositivi elettronici dovevano essere messi a dura prova . Sembra che poi almeno nei lanci successivi fossero stati risolti questi problemi.la Nasa ha infatti spiegato che grazie ai nuovi sistemi di schermatura e alla velocità raggiunta durante il lancio. Ciò significa che il passaggio presso queste fasce sarebbe durato pochissimo senza conseguenze significative per gli astronauti.
2.Come sapete la tv in quegli anni era ancora sperimentale.eravamo ancora nell’era del bianco e nero. Tuttavia fù il mezzo più efficace per dimostrare l’impresa alla massa . La tv diventa “messaggero” dell’obiettivo. Potremmo dire che facendo la diretta mondiale dello sbarco allora si aveva la possibilità di convincere tutti di noi che eravamo andati sulla Luna.
3.Sono state riscontrate anomalie dal segnale radio. Alcuni radioamatori affermano che i segnali radio e le comunicazioni radio provenissero dalla Luna. Eppure le comunicazioni tra Huston e Apollo 11 sarebbero autentiche solo durante il lancio del razzo saturno V. si è scoperto in seguito che segnali radio provenivano da una stazione distante poche miglia da Huston e questo non fu mai spiegato. Gli astronauti avrebbero fatto una settimana in orbita terrestre per poi amareggiare nel Pacifico dopo la farsa.
4.Nelle interviste post missione gli astronauti in particolare Armstrong sembrano quasi imbarazzati.
5.I russi che per primi avevano mandato un astronauta nello spazio Yuri Gagarin e il primo razzo lo Sputnik,rimasero in silenzio totale dopo l’impresa americana. Quasi come fosse “a conoscenza”della farsa considerando che le prime vittime erano proprio loro visto la sfida con l’America. Oggi come sappiamo è risaputo della collaborazione spaziale tra Russia e Usa dopo essere stati nemici.
6.Come è possibile rendere tutto questo un inganno? E mentire per primi agli astronauti? Tutto s può. Il silenzio lo si compra con il denaro e anche con la vita probabilmente. Si ricordi di incidenti strani in cui persero la vita sia astronauti che tecnici mai chiariti ufficialmente. Si erano dunque ribellati a questo complotto e non potevano più uscirne? Lascia a voi il dubbio.
7.La bandiera americana sventole. Impossibile visto che sulla luna non c’è gravità e manca il vento.e poi manca il cratere dell’atterraggio del Lem la Nasa ha spiegato che serviva una forza minore rispetto a un atterraggio sulla Terra.
8.Le foto scattate dagli astronauti ( ben 122)nelle due ore di passeggiata lunare fuori dal Lem sembrano troppo perfette per essere vere, qualcuno parla di evidenti ritocchi per evitare di essere “scoperti” e proprio sulle foto esiste una linea di pensiero e opinione generale che divide ancora oggi. La qualità è scarsa ci sono imperfezioni ed errori di inquadratura. I tempi di esposizione inoltre erano maggiori. L’obiettivo da inquadrare era drastico. Anche le ombre che non dovrebbero esserci visto che l’unica fonte di luce è il Sole risultano perpendicolari e poi la mancanza assoluta di stelle. In una foto nella visiera del casco di Aldrin sembrerebbe apparire riflesso una sorta di ferretto che non dovrebbe esserci a conferma secondo i complottisti che le foto furono scattate su un set cinematografico. In ogni caso su google troverete un sacco di immagini dello sbarco dell’Apollo 11 e potete così farvi una vostra opinione
9.Le Missioni Apollo hanno avuto in ogni caso un fortissimo impatto mediatico e da un punto di vista tecnico i problemi non sono stati pochi. Ricordiamo che durante la simulazione del modulo lunare dell’Apollo 1 perse la vita l’intero equipaggio .
Lìntera diatriba sul fatto che siamo andati o meno sulla luna dividerà sempre tutti i quanti.
IL PRESUNTO RUOLO DI KUBRICK
Il capitolo finale del nostro post riguarda appunto il presunto coinvolgimento del regista Stanley Kubrick . Nel 1968 come detto uscì nelle sale di tutto il mondo uno dei suoi capolavori sennò il principale lavoro cinematografico 2001 ODISSEA NELLO SPAZIO, un film per il quale vinse lìunico premio Oscar della sua carriera ; quello per gli effetti speciali,sbalorditivi per l’epoca considerando che per la lavorazione del film vennero impiegati tre anni. Oltretutto la computer grafica allora non esisteva perciò il lavoro fatto fù ancora più simbolico.
Moltissime sono le bufale ( specie i un documentario inchiesta) di quando si parla appunto del binomio Kubric-Apollo 11 tutte smentite eppure c’è una teoria per il quale ebbene approfondire. Quella del giornalista Jay Weidner che sulla base di confidenze top secret e fonti attendibili suggerisce che Kubrick avrebbe lasciato messaggi subliminali nel film “Shining”del 1980 il suo capolavoro horror basato sull’omonimo romanzo di Stepehn King . Infatti questo film sarebbe un “testamento”lasciato dal regista al pubblico quello che non doveva dire. Svelare appunto sotto mentite spoglie il più grande inganno di sempre. Ecco nel dettaglio i punti salienti di questa teoria:
1.i ruoli del film rappresentano le correnti di potere e Kubrick stesso, il direttore dell’hotel rappresenta il Governo degli Stati Uniti e il protagonista Jack Torrance ( interpretato da un formidabile Jack Nicholson ) il regista Kubrick incosciente che accetta il compromesso più misterioso di sempre.
2. La tempesta di neve rappresenta il ghiaccio e il freddo perciò la Guerra Fredda che era in corso tra Unione Sovietica e Stati Uniti.
3. Il piccolo Danny indossa un maglione con la scritta Apollo 11 Usa, gioca su un tappetto la cui forma esagonale ricorda la stazione di lancio da cui sarebbe partito il razzo Saturno V con l’Apollo. Nel sala centrale si può notare un festone con cui sono rappresentati i razzi che lanciavano le navette spaziali del programma Apollo con rappresentata un aquila lo stemma ufficiale delle missioni Apollo,
4. Compare il nome tag una nota marca di succhi d’arancia nonché sponsor di tutte le missioni Apollo. Compaiono grazie a stategiche inquadrature volute da Kubrick.
5. Una palla raggiunge Danny mentre sta giocando con le macchine segno che non siamo mai andati sulla Luna.( rappresentata come una metafora), non solo il litigio tra Jack e sua Moglie prima della totale schizofrenia e follia che porta jack quasi a uccidere la sua famiglia sarebbe in realtà la manifestazione del disagio che tormentava Kubrick nella quale la moglie era all’oscuro di tutto ciò.perciò c’era un onere contrattuale da rispettare.
6. Le gemelline rappresentate sono un riferimento alle capsule Gemini ovvero quelle utilizzate per il programma Apollo.
7.in una scena vediamo Jack Torrance/Jack Nicjlosn mentre sta pensando al suo nuovo romanzo scrivere sulla macchina “all work and no play makes jack a dull boy” che in italiano è stato tradotto come “il mattino ha l’oro in bocca”.alcuni hanno notato che aniche esserci scritto ALL c’è A11 ovvero Apollo 11.l’ennesimo riferimento. Per non parlare dei colori che vengono usati
8. Poi c’è il mistero più inquetante forse l’enigma degli enigmi di tutta questa faccenda. Quella della stanza n°237. Nel libro c’e scritto che la stanza del mistero è la numero 217. Kubrick giustificò questo cambiamento per il fatto che aveva paura che i clienti dell’albergo non volessero soggiornane dopo la visione del film. Forse una scusa di facciata. Vediamo infatti nel cartellino MROOM 237 che potrebbe essere tradotta come stanza della luna. 237 sono i miglia di distanza che separano la Terra e La Luna . È la stanza del segreto ovvero il nome del set cinematografico ( usato in Alabama e California) usato dal Governo Americano con la collaborazione della Nasa per filmare i finti allunnaggi. Partendo appunto da Apollo 11, una porta che non si può aprire perché pericoloso è ciò che contiene che farebbe vedere le cose in modo completamento diverso.
Questi sono i punti salienti. Le immagini da cui sono trapelate le scene le potete trovare sempre sugoogle oppure rivedere il film secondo un ottica diversa cercando di farvi un ulteriore opinione in merito a questo film che in ogni caso è autobiografia per scelta del regista. Per questo ho scelto di non postare foto particolari. Le potete trovare voi stessi.
Detto questo torneremo presto ad occuparci di Kubrick e torneremo a spiegare meglio un altro dei suoi film che nell’ottobre 2013 abbiamo trattato ovvero Eyes Wide Shut. Ma questa è un’altra storia.

A PRESTO AMICI!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...