LA LAUREA NEL 21° SECOLO: L’UNIVERSITA SENZA LAVORO

È indubbiamente un percorso di vita, si passano anni a rincorrere sudando sette camice un obiettivo che ci si è prefissati al fine di realizzarsi nella vita ,un sogno che molti di noi hanno. Stiamo parlando della laurea universitaria. A prescindere dalla facoltà, ingegneria giurisprudenza medicina e chirurgia archittettura lettere moderne filosofia. Ecc. già. Ma vedendo la situazione oggi poniamoci una domanda molto semplice. Conviene ancora laurearsi ? E soprattutto questo titolo di studio ha ancora valore?
La risposta cerchiamo di darla analizzando alcuni numeri e statistiche che sono state fornite dall?Ocse e dall’ Istat in merito ai studenti universitari italiani. I numeri sono veramente preoccupanti. Siamo fanalino di coda in Europa Penultimi solo alla Grecia e tra i 34 paesi più industrializzati del mondo siamo all’ultimo posto!in una fascia dì età che va tra i 25-34 anni abbiamo una media di 1 laureato su 3 che dopo 3 anni dalla laurea non lavora nel campo scelto. Rispetto alla media europea infatti più del 20% dei ragazzi laureati non trova lavoro in Italia per quanto riguarda il diploma di scuola secondaria superiore che in Italia non assicura proprio nessun futuro evidentemente. Il 16% infatti resta senza un occupazione al termine degli studi. Una magra consolazione consiste che oggi tra i ragazzi che non studiano e non lavorano abbiamo circa il 30% di ragazzi compresi tra 25 e 34 anni ,al pari di Turchia e Spagna. Questo cosa comporta? Una vera e propria fuga di Cervelli,come si è detto. Moltissimi ricercatori e neolaureti migrano all’estero convinti di avere più possibilità come logica conseguenza. Altro dato significativo è quello degli studenti fuori corso . Numeri preoccupanti più della metà di iscritti in un ateneo non riesce a dare gli esami in tempi previsti o seguire gli appelli. Con la conseguenza che di non lauerati a 30 anni se ne perde il conto e aggiungiamo con ulteriori spese e tasse da pagare. L’istruzione che è uno dei diritti più importanti per qualunque cittadino dovrebbe essere sempre garantita e tutelata. Invece assistiamo un declino econimico -sociale preoccupante. Quali sono i motivi di tutto ciò. Vediamoli.
1.Lo stesso diploma conseguito alle superiori oggi non è garanzia di lavoro certo.
2.La formula universitaria del 3 più 2 rispetto a una classica laurea magistrale ( di 5 anni ) sembra non funzionare correttamente. Sono molti i studenti che lasciano o si fermano alla laurea triennale
3.Esiste un forte divario nel pagamento di tasse universitarie tra Nord e Sud. Infatti le tasse universitarie negli atei del nord Italia risultano tra le più care in una percentuale del 28%, a questo si aggiunge che mancano borse di studio sufficienti per gli studenti del meridione.
4.2 ragazzi su 3 durante gli studi universitari non lavora. È mantenuto dalla famiglia che spesso non riesce a sostenere le spese.
5.Esiste un divario tra chi ha una laurea specialistica e chi triennale .quest’ultimi hanno poca possibilità di fare carriera.
6.Innumerevoli costi da sostenere considerando il reddito dichiarato ,tasse,spese per libri ecc.e affitto per appartamenti per gli studenti fuori sede.
Questi sono solo alcuni dei motivi per cui oggi è difficile affrontare il cammino universatario. Specialmente per chi ha come obiettivo quello di realizzarsi nel mondo del lavoro che si differenzia tra chi invece sceglie di iscriversi all’Università per motivi culturali senza nessuna ambizione particolare. Come scritto nel nostro post siamo di fronte a Università senza Lavoro perché le possibilità vengono a mancare. Non si tratta solo di una critica ma di una realtà presente e di dati di fatto. Ognuni di noi ha i suoi obiettvi e progetti di vita ma la cosa su cui riflettere è di come lo Stato a volte sia assente. Se si considera che l’istruzione non è solo inteso come servizio ma come bene comune che deve essere diciamo “aggiornato”continuamente. Anzi mancano riforme strutturali che ne aumentino anche la sua efficacia. Torneremo presto a parlare di numeri legati all’università visto che questo tema è sempre aggiornato.

A PRESTO AMICI!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...